Written by Davide Arici

Ho scritto questo testo circa un anno fa, tornando dal viaggio in California che per certi versi ha cambiato la mia vita (suona strano ma è così).
Lo ripropongo perché lo ritengo tuttora valido.

Cos’è il CrossFit?
Bella domanda… Per provare a spiegarlo prenderò spunto sia dalle definizioni ufficiali che ho sentito e memorizzato ai vari seminari ma anche da ciò che ho ascoltato dalle persone con cui mi sono allenato.
Partiamo dalla definizione ufficiale di CrossFit: movimenti funzionali, costantemente variati, eseguiti ad alte intensità.
E cosa vuol dire? In breve, molto breve, possiamo dire:
movimenti funzionali, sono i movimenti che ci servono nella vita di tutti i giorni, che sono naturali, che nascono dal core e si trasmettono alle estremità, e che ci permettono di spostare carichi elevati per lunghe distanze e nel minor tempo possibile;
costantemente variati, perché dobbiamo abituarci ad eseguire ogni genere di movimento;
eseguiti ad alte intensità, perché in questo modo sono allenanti, l’intensità è la variabile indipendente per ottenere risultati.
Ahimè, questo non è tutto ciò che c’è da sapere su CrossFit ma è di certo un buon inizio.
Dobbiamo solo specificare un paio di concetti che non sono compresi nella definizione.
Innazitutto diciamo che la tecnica perfetta (e sicura) è condizione necessaria perché si possa ritenere valido il segmento “alta intensità” della definizione. Questa “tecnica perfetta” non serve a fornire degli standard per assicurarci che chi esegue il WOD lo faccia come tutti gli altri e che così non “rubi” qualche ripetizione o riduca del 50% il range di movimento di un thruster ad esempio, ma piuttosto è utile per una questione di sicurezza, per evitare infortuni ma anche per applicare la nostra forza nella maniera più efficiente possibile, ci serve insomma, per preservare la nostra salute.
Dal concetto di salute, che riprenderò più avanti, passo ad un’ altra idea che ho avuto modo di approfondire durante il seminario ma anche parlando con chi il CrossFit lo mastica da anni: il concetto di Fitness.
Concetto di fitness che considero inscindibile da quello di salute.
Ora, la definizione secondo CrossFit di Fitness è: incremento della capacità di lavoro attraverso lungo tempo e modalità differenti.
Quindi? A cosa prepara il CrossFit? Cosa è in grado di fare più degli altri l’atleta di CrossFit?
Rispondiamo con un esempio: immaginate un cestello pieno di palline, esatto come quelli delle estrazioni… Sui foglietti bianchi all’interno delle palline però non ci sono numeri ma sfide fisiche, metteteci pure dentro ciò che volete: 21km di row, salto in lungo da fermo, back squat massimale, maggior numero di push press con con 30kg, tempo sui 100 metri, 7 minuti di burpees e tutto quello che immaginate come prestazione fisica.
L’atleta di CrossFit sarà in grado di eseguire tutte le sfide fisiche presenti in quel cestello e lo farà bene, sarà pronto a tutto.
Io ho pensato che in questa frase fosse già celata anche la definizione di salute nella quale ritrovo l’obiettivo a cui vorrei i miei ragazzi ambissero.
Voglio che i miei ragazzi sappiano eseguire lo squat con carichi importanti, questo perché lo squat rinforza le giunture e i muscoli portanti.
Gli handstand push ups migliorano l’equilibrio e la cognizione del proprio corpo nello spazio, senza contare la soddisfazione che immagino ognuno di voi ha avuto nell’eseguire il primo handstand push ups.
Correre, remare e saltare la corda migliorano la nostra resistenza e quindi la nostra circolazione sanguigna e il nostro apparato respiratorio.

Ho capito che CrossFit non è eseguire il WOD nel minor tempo possibile per poter dire “ah sono arrivato primo oggi” (che poi sappiamo tutti che là fuori c’è qualcuno più forte e veloce di noi), ma è essere completi quanto più possibile per avvicinare tutti parametri di salute e di fitness: giunture robuste e sane, battito al minuto non elevato, muscoli forti, core solido, mobilità articolare, flessibilità, livello di stress al minimo, pressione sanguigna nei parametri. Sarebbe assurdo saper eseguire un WOD da 5 minuti in 3 minuti e mezzo se poi nella realtà non siamo in grado di eseguire uno squat profondo perchè non disponiamo di un range di movimento sufficiente oppure non abbiamo la mobilità della spalla adeguatamente sviluppata per eseguire un overhead squat o ancora, non riusciamo a toccarci le punte dei piedi tenendo le gambe tese.

Da tutto questo vi dico anche che il CrossFit, per quello che ho imparato, non è solo il WOD, CrossFit è anche andare a camminare con un amico o un’amica la domenica mattina.
È fare 40 minuti di kayak sul lago.
È andare al parco a fine giornata e fare esercizi di stretching.
È andare al supermercato e scegliere gli alimenti giusti e sani per stare meglio.
È assicurarsi un buon sonno ogni giorno.

Sorridete quando vi allenate, fatelo con il primo obiettivo di stare meglio e continuate ad allenarvi fuori da qui, con la spesa giusta, con il sonno giusto e con il divertimento giusto.
_____________

A un anno di distanza vi confermo con maggior convinzione quello che avevo scritto.
Hanno dato un nome (CrossFit) a uno stile di vita. CrossFit è un po’ in tutti coloro che scelgono di stare bene.
Questo è il mio pensiero, sicuramente da qualche parte c’è chi la pensa diversamente…